La banca etica come strumento operativo della finanza etica

Una banca etica gioca un ruolo molto nella finanza etica come alternativa alle classiche forme di finanziamento e per far sì che i capitali dei propri correntisti siano utilizzati esclusivamente per scopi dall’alto contenuto sociale e sostenibile.

Gli obiettivi e principali di una banca etica e l’attuale esempio italiano

Una banca etica opera come un normale istituto di credito, svolgendo tutte le tipologie di servizi bancari, ma con una forte differenza sul fronte della destinazione degli investimenti. Rispetto infatti ad una classica banca vi è una attenzione particolare sull’aspetto degli investimenti, che devono essere destinati solo ed esclusivamente per fini etici. Saranno cioè escluse ad esempio da un finanziamento quelle attività che abbiano ad oggetto la produzione di armi oppure che non rispettino i principali diritti umani, mentre al contrario settori di tutela dell’ambiente e promozione della cultura saranno al centro di tutto.

Altro obiettivo inoltre fondamentale di una banca etica è di garantire che sia messa in atto una politica di finanza etica, permettendo ad esempio attraverso un più classico meccanismo di microcredito, di concedere finanziamenti a tassi decisamente più agevoli per i soggetti più svantaggiati e che normalmente non avrebbero diritto ad un alcun finanziamento in un classico istituto di credito. Nel nostro paese l’unica banca che al momento è in linea con un concetto di finanza etica e che mira al raggiungimento degli obiettivi sopra citati è la “ Banca Popolare Etica”, che sul suo portale internet pubblica costantemente i progetti speciali in atto su microcredito, crowdfunding, al fine di garantire la massima trasparenza sul rispetto di un codice etico ed eticità sugli impieghi utilizzati.

 

Leave a Reply