Social lending, Come funziona? Ecco la guida

Già sentito parlare di Social Lending? Oltre alla già citata pratica del crowdfunding, che consiste in un finanziamento collettivo da destinare ad un particolare progetto o iniziativa, non è possibile non menzionare un’altra tipologia di finanziamento molto utilizzata nella rete e nota come social lending. Il social lending è un vero e proprio prestito sociale che permette mediante uno scambio di denaro tra persone, di ottenere delle somme di denaro con condizioni decisamente più vantaggiose rispetto a quelle presenti sul mercato. In pratica l’utente può liberamente affidarsi a delle piattaforme di social lending e richiedere dei prestiti da utilizzare per le proprie spese, accedendo però a delle condizioni economiche più vantaggiose.

Social lending, Vantaggi e svantaggi

Notiamo subito, nel social lending, un primo vantaggio  legato alle migliori condizioni economiche, al quale va aggiunto un secondo vantaggio relativo alle modalità di accesso. Con la pratica infatti del social lending è possibile accedere ad un canale alternativo rispetto a banche ed assicurazioni (che non sempre prestano capitale velocemente).

Tra gli svantaggi attualmente presenti c’è da evidenziare quanto i prestiti sociali non siano ancora considerati come credito al consumo. Ciò in pratica vuol dire che il settore non è oggetto di una specifica normativa, quindi non sempre è possibile conoscere l’effettivo costo del finanziamento. Inoltre la rete è l’unico collegamento tra chi presta e chi riceve soldi, di conseguenza non sono previste altre forme di sicurezza sul capitale.

Tuttavia questa ultima parte non deve particolarmente creare delle preoccupazioni poiché la rete è ben organizzata e le società di intermediazione sul social lending presentano il più delle volte delle informazioni accurate e dettagliate su tutti gli iscritti, tale da tutelare entrambi le parti nei vantaggi del social lending.

Il social lending, dunque, può rappresentare una soluzione interessante anche per il futuro, legato soprattutto all’uso sociale del web e quindi il social lending altro non è che un mercato nuovo e in espansione, da tenere assolutamente d’occhio.

Investimenti nel social lending

E’ possibile anche investire nel social lending, cioè prestando soldi ai privati e guadagnare sul rimborso della rata più gli interessi che possono andare dal 3% al 9%,  a seconda del rischio che si vuole assumere. Anche in Italia è presente una piattaforma o marketplace di social lending, si tartta di una startup che ha già molto sussesso, che funziona bene e che approfondiremo in una delle prossime guide, si tratta di Prestiamoci.

Leave a Reply