Agevolazioni fiscali e reperimento capitali per start up innovative

22 gennaio 2015 da Iolanda | in Crowdfunding, Fisco, Mondo Startup, Prestiti Online, Prestito.

Oggi parliamo di agevolazioni fiscali e reperimento capitali (funding) per start up innovative, cioè  quelle società di capitali (costituite anche in forma cooperativa) con sede operativa in Italia e con un oggetto sociale relativo alla produzione e alla relativa commercializzazione di prodotti dall’alto contenuto tecnologico. Oltre ai già citati requisiti per identificare una start up innovativa, è importante essere ben informati anche delle importanti agevolazioni fiscali presenti per le stesse.

Agevolazioni fiscali per le start up innovative. Quali sono le principali?

In merito alle agevolazioni fiscali per startup innovative, primo punto fondamentale è l’abbattimento di tutti gli oneri previsti per l’avvio d’impresa. Per le start up innovative, infatti, non vi è un obbligo di pagamento né dei diritti di segreteria e né dell’imposta di bollo alle camere di commercio. Secondo punto fondamentale è sull’aspetto lavorativo, con la possibilità di accedere a delle importanti agevolazioni fiscali per l’assunzione di personale altamente qualificato.

Vi è inoltre una possibilità per le start up innovative di poter assumere del personale con contratti a tempo determinato, da un minimo di sei mesi fino ad un massimo di 36 mesi (o ancora in alternativa prevedere il pagamento della suddetta forza lavoro con delle stock option). Anche su Investimenti.net sono pubblicate offerte lavoro di startup innovative.

Reperimento capitali e funding per startup innovative

Le start up innovative possono ricorrere anche alle tecniche del crowdfunding per reperire il capitale necessario per la loro formazione ed operatività, accedendo alle molteplici soluzioni presenti sul web, come ad esempio quella offerta dal portale italiano StarsUp oppure sul marketplace SiamoSoci.

Oltre al crowdfunding, infine, sono presenti anche altre forme di finanziamento specifiche per le start up innovative, come l’ accesso privilegiato al fondo di garanzia pubblico per i prestiti specifici alle start up e delle ulteriori agevolazioni fiscali per gli investimenti di privati ed aziende all’interno delle start up, per il triennio 2013 e 2016.

Da tenere anche in considerazione il fondo per le piccole e medie imprese istituito dal Movimento 5 Stelle, che fa da garanzia per il credito, anche delle startup, soprattutto se formata in maggioranza da giovani.




Related Articles:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tags: , , , , , , , , , ,