Investire in Bot e Btp. Guida rapida

12 dicembre 2014 da Iolanda | in Investimenti Online, Notiziario, Obbligazioni, Soluzioni finanziarie.

I bot e i btp sono investimenti on line sui titoli di stato e a differenza dei conti deposito, presentano diverse condizioni operative sulla definizione dei rendimenti finali, nonché differenti orizzonti temporali da un minimo di tre mesi ad un massimo di trenta anni.

I Bot sono i buoni ordinari del Tesoro e sono dei veri e propri titoli di credito emessi dal Tesoro per finanziare il debito pubblico in un orizzonte temporale del breve termine. Tre sono le principali durate previste per l’investimento in Bot: tre, sei e dodici mesi, mentre il rendimento dipende dalla differenza tra il valore nominale e il prezzo di acquisto a una determinata scadenza.

I btp sono i buoni del tesoro poliennali e sono come i Bot, dei titoli di credito emessi dal Tesoro per finanziare il debito pubblico in un orizzonte temporale del lungo termine.  Sei sono le principali durate previste per investire in Btp: tre, cinque, sette, dieci, quindici e trenta anni, mentre il rendimento è dato principalmente da due fattori. Il primo fattore di rendimento dei Btp è analogo a quello dei Bot, ed è pari ad una differenza tra il valore nominale e il prezzo di acquisto a una determinata scadenza. Il secondo fattore di rendimento, invece, è dato dal pagamento semestrale di una cedola.

I bot e i btp, quindi presentano delle attività di investimento di media difficoltà, con una flessibilità nella scelta dell’orizzonte temporale, sul quale puntare sulla base delle proprie finanze ed esigenze economiche. Tuttavia rispetto ad esempio a dei conti deposito, presentano più variabili da considerare per la definizione del reale rendimento e diversi criteri sul fronte di commissioni e tassazioni.




Related Articles:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tags: , , , , , , , , ,